1.4.09

Il piccolo cuore di Nina



(Jim era deciso a lasciare che succedesse quel che doveva succedere. Faceva, col cuore e con le mani, come un piccolo bordo attorno a Kathe, perché lei non scivolasse fuori sbadatamente: ma muraglie non ne avrebbe costruite)


Oggi, scartabellando tra vecchi album di quand'ero bambina, ho ritrovato questa fotografia degli anni della scuola materna: una giornata qualsiasi, in cui ognuno di noi mostrava all'obbiettivo il proprio cuore che aveva poco prima colorato, e lo teneva alto, "in bella vista".

Mi è saltato agli occhi che il mio era completamente rosso. 

Nel senso, non uno spazio lasciato bianco, non uno scarabocchio di fuori, era "colmo" e preciso dentro i suoi contorni...E la precisione non era e non è certo il mio forte. 


Allora mi ha fatto ridere, mi ha fatto pensare a quei bordi di cui parlava Jim, a quelle non-muraglie, all'orlo punto erba di Caty, e alla non-diga del fiume di a.o.


E ora, riguardando i miei cuori disegnati odierni, ci trovo, dietro quella placca lucida rossa di bambina, tutti i fili, i nodi, la matassa, gli intrecci dell'intensità del tempo.


Insomma, mi fa tenerezza quel cuore lassù. Non so che farci, ma più lo guardo e più sorrido.


E poi mi chiedo, mentre io quel mattino disegnavo quel cuore e poi tutt'attenta lo coloravo con impegno e speranza, come se ricamassi sul serio una trama di fili di seta rossa,

tu cosa stavi facendo?




10 commenti:

a.o. ha detto...

francesca-nina, meravigliosa nel mostrare il tuo cuore rosso e pieno, col braccio teso, con lo sguardo fiero.

così piccola, eppur così commoventemente paga del proprio simbolo.

skate away on the river, affidati al fiume... ed al tuo cuore.

Caty ha detto...

....bimba volevi che quel cuore fosse così rosso da sembrar vivo , come ora esso ripete la stessa domanda ...

Cobrizoperla ha detto...

piccolanina-grandecuore la tua strada era già disegnata allora...

Francesca ha detto...

a.o., mi affiderò al fiume, ancora una volta. che mi porti a condurre il capo del filo rosso, dove deve stare. paga del proprio simbolo, è vero è questo.
un bacio


caty, sì forse miravo al realismo. alla luminosità di un cuore vero su carta.

Francesca ha detto...

Cobrizo, come una mappa , dici, dentro quel cuore? grazie perlina primaverile.

Artemisia Comina ha detto...

cuore con chiaroscuro, con luce splendente e ombra fresca, cuore tenuto in esercizio.

Fastidiosa ha detto...

Un cuore pieno, un colore deciso, un tratto preciso...
tenuto in mano con la tenerezza e fierezza di una bimba sorridente che guarda in sù, che guarda quel cuore!

avanti così cara Nina. :-)

papavero di campo ha detto...

ha il cuore rosso
ogni angelo addestrato
all'incompiuto

nina ha detto...

artemisiacara,
vedi le ombre e le luci e le ombre e le luci? non è bella quella zebra di luce?

fastidiosa,
cuore presente!

papaverodicampoinfinito,
brivido di haiku rosso cuore rosso papavero.

Artemisia Comina ha detto...

sì, appunto, quella zebra, e anche la vicina esplosione.

i sentimenti del cuore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...