5.3.09

Sinestesie




Una valanga di rose ti manderei
ma non per seppellirti
ma per farti rinascere
e sciogliere quel tuo grido
che non mi ha mai permesso di amarti
tu sei la primavera dei miei giorni

Quando ti ho visto intorno a te
sono sbocciate tutte le rose
quando ti ho visto nudo
ho pensato ad un cumulo di rose
che mi ha travolto.



(Alda Merini - "Nel cerchio di un pensiero")



Amo quella descrizione-sensazione di cumulo leggero profumato rosso vivo, essere travolta da quello.
Un trasalire difficile da spiegare ma che così è.
Come una valanga di gocce di pioggia, come dicevo a Marilì, un diluvio di rose, che ti toglie il respiro, ed è un soffocare piacevole.

Il rosso delle rose ma che son pure papaveri, son fiori insomma, è il non-peso il punto, come se solo il profumo e la loro densa leggerezza bastasse a destabilizzare il tuo, il mio anzi, precario equilibrio.

Una sinestetica ossimorìa di Nina che legge Alda e ripete quei versi tra sè e sè, e dice sì sì.



15 commenti:

Rossana ha detto...

Oh, che post vellutato.
Mi ci immergo. Uno dei tuoi più belli.

Artemisia Comina ha detto...

molto bello questo disegno.

c'è anche un vetro blu tra i due, ogni tanto, dipenda da come cade l'occhio.

a.o. ha detto...

Ma ci pensi? essere travolti da un cumulo di rose...

leggo, e anch'io - come nina - dico "sì, sì".

Francesca ha detto...

Rossana, vellutato di mare anche se no si vede perchè è notte. Grazie cara R.

Artemisia, vero un vetro specchio d'acqua, che neanche me ne ero accorta io, da sola.

a.o. sì sì in coro coltivatrice di rose e altri fiori.

Cobrizoperla ha detto...

e ancora sì... ;-)
da sotto le rose... che meraviglia.
tu, alda e le rose.

papavero di campo ha detto...

E qualcosa rimane, fra le pagine chiare,
fra le pagine scure,
e cancello il tuo nome dalla mia facciata
e confondo i miei alibi e le tue ragioni,
......
......
Santa voglia di vivere e dolce Venere di Rimmel.
Come quando fuori pioveva e tu mi domandavi
se per caso avevi ancora quella foto
in cui tu sorridevi e non guardavi.
......
......
e quando io,
senza capire, ho detto sì.
Hai detto "E' tutto quel che hai di me".
È tutto quel che ho di te.
.....
.....

nina ha detto...

cobry, io alda e le rose ti abbracciamo perlina cara! papavero varo, ma come fai a rendere sempre le canzoni giuste...come fai come fai magica donna

Fastidiosa ha detto...

Con una rosa hai detto
vienimi a cercare
tutta la sera io resterò da sola
ed io per te
muoio per te
con una rosa sono venuto a te....


L.

la frenk ha detto...

ho letto e riletto per lasciare che le parole penetrassero dentro la carne... ho i brividi...

naimablu ha detto...

Ci sono fiori che non si dimenicano e profumi che il vento ti riporta quando meno te lo aspetti, ci sono, eccome se ci sono! Un bacio e auguri per oggi :)

PS: Il disegno è bellissimo

Marilì ha detto...

Come negarsi al rosso dell'incontro che si fa denso e impalpabile, profumato e travolgente e avvolgente ?
Altro non puoi dire che sì sì e cento altre volte sì finchè questa parola non si sciolga in gocce di pioggia sul tuo viso

Grazie Nina

nina ha detto...

Lidia che dice sempre versi che amo e non conoscevo.
grazie

la frenk, e grazie di essere passata qui.


naimablu, ti piace quest' incorcio di pennarello marrone in fine di vita e pastello blu impazzito e calzato allora :)! scarabaocchio vecchio, anno 2004, agendina, una delle tante, megapiena di queste cosine qui.

marilì, grazie a te x avermelo ricordato, e x aver prolungato la sinestesia..

un bacio,
f

Fastidiosa ha detto...

Francesca, i versi sono di Vinicio Capossela... "Con una rosa".
baci L.

Francesca ha detto...

grazie rosellina sorridente di nome Lidia.:)

verderame ha detto...

oh si! un pulsare di vita e un emergere di sentimenti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...