7.9.09

O come le conchiglie dal mare






Ma certe nostre sere hanno un colore
che non sapresti dire
sospese fra l'azzurro e l'amaranto
e vibrano di un ritmo lento, lento
e noi che le stiamo ad aspettare
noi le sappiamo prigioniere
come le onde del mare
come le stelle del mare

Si muovono e c'incantano le ore
di certe nostre sere
e sanno di partenza e di tramonto
e di sorvolare lento, lento
ma noi che le sappiamo prigioniere
non le possiamo liberare
come le onde dal mare
come le stelle dal mare.


(Gianmaria Testa - Come le onde del mare)




Siete tornate, bello rivedere quelle finestre amate di nuovo spalancate.

Gli ombrelli son aperti sotto un cielo che cambia, e noi si guarda le conchiglie raccolte in questo tempo, al mare, a riva, arrivate a riva fin alla sirenina sbruciacchiata.
Per ognuna un ricordo stretto e lieve, dentro il palmo della mano.




e tu cosa farai domani?





13 commenti:

papavero di campo ha detto...

francesca,
mare onde del mare sabbia conchiglie,
fortuna immensa averle tra le mani e nei pensieri,
e la chitarra brasileira di Testa (che non conoscevo affatto)sottofondo niente male!

Artemisia Comina ha detto...

di conchiglie dovremo parlare, è un discorso da fare, insieme al sospeso parlare di specchi...

uhmm, quante cose, bisognerebbe moltiplicare il tempo.

simonapinto ha detto...

si, bellissimo il sottofondo come dice papavero!
mi piace guardare quel puntolino di luce di fianco alla tua mano...lo sapevate che le conchiglie racchiudono le stelle cadenti nel mare? ;-)

nina ha detto...

papavero,
conchiglie che sai da dove provengono ? dal portogallo, una per spiaggia, e una dai dintorni del tuo faro Sagres. non sono da me ma per me, per cui preziosissime.
Gianmaria Testa lo DEVI ascoltare. lo amerai di sicuro, io l'adoro , è passato nei dintorni di casa mia e l'ho saiuto troppo tardi. sarei corsa ad ascoltare lui e il suo degno compare erri de luca.

Artemisia, parliamone. se un chicco di sabbia è un secondo che scorre, la conchiglia è culla di ogni nota del mare. aggiungo qualche clessidra e ne parliamo, d'accordo?

simona, devi dovete ascoltare gianmaria testa! incredibile come sia più conosciuto in francia che qui! e quel puntolino è forse il riflesso del mio occhio che brilla su qualche specchio o davvero stella caduta lì attorno?

baci a tutte

Nina

papavero di campo ha detto...

sì ninetta ho già ascoltato Gianmaria, c'è su youtube un pezzo splendido (con erri de luca) parlato e suonato di spirituale omaggio a don chisciotte che è magnifico! ed ho già visto nella tournée una sosta a firenze in ottobre..la voce di gianmaria sembra un masala ,parecchio paolo conte, qualche insistenza strascicata alla fossati e dei guizzi alla baccini!

Francesca ha detto...

vero, tutto il tuo mélange musical è esatto :)..paolo conte è il primo che viene in mente e il baccini se ne accorgono in pochi...ma papavero è papavero.
se andrai a vederlo pensami, che io mai ho potuto ascoltarlo dal vivo, sempre sfuggito, per poco, dalle mani..

ti abbraccio
nina

evelyne ha detto...

leggevo il testo e mi dicevo "eppure lo conosco... e anche bene!" (notare che non avevo l'audio acceso!!! altrimenti...) bellissima, una delle mie preferite, come dici è assurdo che non sia conosciuto qui quanto è conosciuto in francia ma ti può consolare sapere che a primavera l'ho visto in concerto e appariva stupito ed inorgoglito del fatto che anche l'italia cominciasse a conoscerlo! (dopo così tanti anni....)
ti ho invitata a fare un gioco, se ne hai voglia...

Francesca ha detto...

eve, che bello che sei riuscita a vederlo...e immagino il suo stupore eheh!
proverò al più presto il tuo gioco, mi intriga e vedremo cosa ne esce...intanto sto pensando al tuo di libro.... mumble mumble.... evelyne per un pungo di libri! ;)
baci
nina

naimablu ha detto...

ed io sul serio non lo so, cosa farò domani e sai una cosa? io NON voglio neppure saperlo. So solo che io quell'amaranto azzurro di cui parla Testa lo conosco e lo VOGLIO!Un abbraccio piccola disegnatrice di sogni :)

nina ha detto...

je suis d'acord avec toi naima. moi aussi , je le veux bien.
baci
notte

genny ha detto...

io quel sale lo metterei in un barattolo e lo andrei ad annusare per sentire il profumo ogni volta che il cielo si fa grigioe carico di pioggia...

sara ha detto...

...ma io mi lascio stupire tutte le volte che apro una tua pagina...ho passato il mio tempo sull'isola di sardegna a cercare e trovare conchiglie o pezzi di esse...per realizzare qualcosina di speciale per ricordarmi proprio l'odore del sale di mare sardo...

...non ho mai voluto leggere il tuo profilo...età città e tutto il resto...

...sei per me una figura onirica...

sara ha detto...

...ma io mi lascio stupire tutte le volte che apro una tua pagina...ho passato il mio tempo sull'isola di sardegna a cercare e trovare conchiglie o pezzi di esse...per realizzare qualcosina di speciale per ricordarmi proprio l'odore del sale di mare sardo...

...non ho mai voluto leggere il tuo profilo...età città e tutto il resto...

...sei per me una figura onirica...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...