9.9.09

Playing with Nina




Oggi, come un gran minestrone di preannuncio-autunno mi metto a far giochini: uno a cui sono stata invitata dalla cara eve, che sa che poi mi tenta sempre.., e il secondo che avevo letto già in giro tempo fa, e ora, per chiudere l'estate, vi partecipo anch'io, checcosìcifacciamo2risate.


1.
Nina e il gioco del rilasso pomeridiano subito dopocaffè, come seduta con un buon libro a una poltroncina appena illuminata dal giorno fuori che s'accorcia sempre più (oppure con un bel pò di bambole e pupini con cui parlottare).

"Il gioco prevede che la persona trascriva la quinta riga di pagina 161 del libro che sta leggendo, citandone l'autore e il libro e che passi ad altre cinque persone il compito (e io già dico Papavero! Fastidiosa! Alex! Kja! Artemisia!)..."

Sto leggendo i Racconti di Katherine Mansfield, che, ancora per inciso, seppure a quasi un secolo di distanza, mi fa trovare me tra le righe della sua biografia, o meglio poetica, che però per lei sono indissolubilmente legate. Nella brevità, asciuttezza, istantaneità delle cose. Onestà-verità la chiamava. Ve lo racconterò prossimamente.

E lei a quel rigo di quella pagina dice:


"(...) e lui mai le avrebbe fatto sapere quanto era efficace".



Direi che calza. Come un guanto.




2.
Nina on the net. Nel senso di rete da pesca, che a volte Nina-pesce ci entra, voglio dire, la trovano quella giusta, a volte ci arrivano pensando di trovare altro, e poi la trovano comunque, altre volte manda proprio fuori strada e scivola da una delle maglie. E infine, a volte, è lei che trova loro, in quel che cercano, e lei li ringrazia.

(Traducendo: in questo gioco scandaglio le parole chiave che trovo in Google Analytics attraverso cui il "mondo" è arrivato a me. E' davvero un fiume di campi semantici nineschi. Lo terrò a mente).


io e nina

sinfonina

bei pensieri

disegnare girasoli

forme di specchi

sono una donna

how can you stay outside there's a beautiful mess inside

io nina e le altre blog

risotto verde

sono una ragazza

un fiore e'

"chiamami con il tuo nome"

"il mio amore per heathcliff somiglia alle rocce nascoste ed immutabili: dà poca gioia apparente, ma è necessario. nelly: io sono heatcliff! egli è stato sempre, sempre, nel mio spirito"

"sacco di auguri"

&

..voglio essere io a deviare la corrente...a portare le cose verso una mia direzione...

6 numeri

andrai a vivere con alice che si fa il whisky distillando fiori..

calicantus foglie bucate

canzone nina nina nina ho (questa è veramente geniale)

canzoni con il nome nina

cardiologi a tutta la notte

cardiologia de gregori

chi e nina

come gli adesivi che si staccano lascio che le cose succedano

come si disegna un girasole

cosa è la chiave paspartout

cuori disegnati

depressione alzati e cammina (questo, in realtà, mi dà da pensare)

dicono che quando incontri l'amore della tua vita il tempo si fermi big fish

donna tecnologica

e tu, amante audace..non potrai mai baciare lei che ti è così vicina...ma non lamentarti se la gioia ti sfugge...

eccome il girasole

fiori di colore lilla

fleuriste charmant bruxelles (sei stato in belgio e non me l'hai mai detto?)

for you and for me

forme specchio

francesca e nina

gluten free adesivo

ho sentito una canzone che fa i won lilla come si chiama? (...)

i miei numeri karma

il cieco con la voce buona

immagini pc sabbia mare

io &

je (che bella l'essenzialità!)

l'amore ha sempre fame, non l'avevi notato.e dice sempre con disinvoltura senza paura dice: “mai”, senza paura mai.

la pioggia porta via con se.....

la sua pioggia

le varie forme di pane

marca con etichetta bianca e cuore rosso

mare ombrello

mietitrici donne

muro color lilla

naugrafar

nina e io

nina ogni giorno sei sempre più bella

nina simbolo

nuove forme di specchi

ode tiramisu

ondeggia la vita

parole che ti aiutano a conciliare il sonno o canzoni (...)

perchè i girasoli si girano verso la luce?

rumore della sabbia

senti come sono dentro di me

sospesa a mezz'aria

specchi a forma di fiore

specchi a forme di donna

specchio a forma di albero

specchio convesso per strade

tenpesta ta more

testo come un albero

tiramisu in bicchiere

traduzione se tutto il resto perisse e lui restasse

video songs for you truth for me

www.papaverodicampo.blogspot.com (Papaveromio ci sei!)

odysseas elytes (e pure tu, ovunque).




Ore 16, basta giocare, si torna a lavorare!





23 commenti:

evelyne ha detto...

grazie per le gran belle risate e... ehi ma ci sono anche delle dichiarazioni di amore lì!!!! vedi che fortuna.... (quello era un altro giochino che mi ispirava ;-))

Francesca ha detto...

tu dici? non è che si riferivano a una Nina più famosa , no eh? :)
fai fai anche tu giochino!

Daphne ha detto...

hihihi, il giochino delle parole chiave è davvero uno spasso :D
Anch'io le sto monitorando da qualche giorno,vedrò che ne viene fuori :D
Invece il primo è curioso ^_^
Ma mi chiedevo..e se il libro che sto leggendo non ha 161 pagine? O_o
Cortino dici? però può capitare ^_*

a.o. ha detto...

Bello questo del quinto rigo a pagina 161, il mio dice: "(...) in mente l'intonaco sbrecciato del soggiorno, il soffitto umido,"
A.S. Byatt - Natura morta

Francesca ha detto...

Daphne,
davvero, alcune son sublimi, altre da ridere se non addirittura dubitare del contenuto del mio blog :)!
per le 161 pagine potresti fare come evelyne che aveva il tuo stesso "problema"...prendi il tuo libro preferito e trasferisci euqlla frase lì!

a.o., uh che bello ritrovarti , bentornata.
e guarda caso la tua 161esima pagina parla di casa, di atomosfera domestica, ciò che mi fa pensare a te... è bello il tuo libro?


baci
nina

Artemisia Comina ha detto...

...munale. Entrambi però morirono durante la pubblicazione dei pri-

hummm, sono cascata su una riga "definitiva"....


Istambul, di Orhan Pamuk

papavero di campo ha detto...

dal mucchio di libri da leggere scelgo il più calzante quinto rigo di pag 161 dopo ben sei libri! "sembrava non aver nessun controllo su di essi, o su...
(ciò che accadeva nel frattempo)
questo va bene eh sì!
(Anita Desai, in custodia)

ma non disdegnerei nemmeno il 5° rigo del libro che sta sul comodino:

"frugasti foglie rosse"

(Toti Scialoja, poesie)

(il seguito è
in piedi sulla sedia
di ferro verde - mossa
vincente sull'insidia.)

e tanto per non smentirmi
anche questa:
"versione dolce prevede cannella, uvetta e pinoli, quella salata 100gr di"

(Cristina Bay & Gottardo Bonacini, Il giardiniere goloso)


ps: ma come fate la ricerca delle parole chiave di google?
m'aveva incuriosito anche quando l'ho letto da alex

Francesca ha detto...

artemisia sillabata! ahah hai ragione capita ma nessuno dice ;)

papavero, all aricerca del miglior quiintorigo.
beh, foglierosse, per vedere le parole chiave io mi son iscritta su google analytics che ti fa monitorare il tuo sito; tra le tante cose tri mostra le parole chiave con cui le persone giungono, per errore o per volontà, fin da te! cerca google analytics, iscriviti e inserisci il linguaggio html nel layout d'impostazione del blog papaveresco!
bacini
nina

simonapinto ha detto...

"aspetto della vostra esistenza"

da la legge dell'attrazione -chiedi e ti sarà dato Esther e Jerry Hicks -tealibri

mi fa troppo ridere ....!niente per caso...
XXX

dada ha detto...

Hi hi. Hai dei coteggiatori in rete? Le parole chiave sono almeno poetiche :-) D'altra parte non poteva essere altrimenti in questo blog dalle alte sfere. Buona notte

a.o. ha detto...

Oh, la Byatt è... è... è una scrittrice strepitosa.

Ho fatto ingresso nel tunnel con "La torre di Babele", se entri non esci più dalla vita di Frederica Potter.

nina ha detto...

simona,
niente per caso no no, tout se tien si si :)

dada, mi fai arrossire mi fai...è un bel parco lessicale in effetti ,son molto fiera, però devo dire che "cardiologi tutta la notte" mi ha fatto preoccupare...speriamo bene...

a.o. buono a sapersi, altro libro da aggiungere allo scaffale..ti saprò dire cara!
ne ho già 3 in attesa:
l'eleganza del riccio
venuto al mondo
un libro sconosciuto amato da artemisia, su una porticina su di un mondo meraviglioso, che me lo fa desiderare non poco!

mercì
bacì
ninè

simonapinto ha detto...

aggiungo per la fantastica Byatt Angeli e insetti

papavero di campo ha detto...

lo sai francesca che katherine Mansfield ha trascorso gli ultimi suoi giorni a Fontainebleu da Gurdjieff?
(il lavoro sulla consapevolezza fino alla fine)

evelyne ha detto...

no, no, son vere e proprie dichiarazioni! se niente è per caso, allora neanche queste frasi, o no?!
ma tu guarda che parco letterario che hai aperto qui... da me continuano a parlare di marmellate malgrado l'amo... ti stufa se vengo qui a carpire nuove idee per nuovi libri? ché quello di a.o. mi incuriosisce un po'!! e anche Istanbul di Pamuk dev'essere bello, ma era già nella lista dei desideri...

Artemisia Comina ha detto...

le le sillabe, le sillabe fanno pensare non poco. sono come frammenti di una letteratura persa e da immaginare, siamo chini su una tavoletta di ebla.

quel libro, francesca, è tornato alla memoria con il tuo gioco, e per ora non risponde al richiamo; ma quante volte l'ho letto da bambina-ragazzina, e mi accorgo che è un filo rosso della mia vita, la porticina.

istanbul - la saluto oggi, nuovamente ferita - quanto al libro, ne discutevo con chi l'ha deposto con noia (come siamo diversi, con i libri), ma io l'ho letto al volo, avidamente, prima di partire per le coste turche dell'egeo; rispondeva a molte delle questioni che mi ero posta negli anni sulla città e più in generale sulla turchia, sul suo stato d'animo. è un libro con tutte le variazioni del bianco del nero, latte e succo di mirtilli.

nina ha detto...

ma questo è veramente un blog-caffè letterario!! :D
ordunque,

simona,
aggiungo pure io allor!

papaverina, la coscienza me la sta davvero passando lei, KM....aspetta aspetta che presto ve lo scrivo!

eve, vieni vieni! io mi assaporo le marmellate e tu fa il topolino di biblioteca da nina! quindi dici che sn dichiarazioni reali eh? uhm...

artemisia,
come parli tu.. mi porti nei luoghi delle tue parole sempre, pure quando son quei non luoghi degli angoli bianchi, ché chissà cosa c'è dietro. tanto che da mesi ormai istanbul è tra le mete che aspetto (che mi aspetta?).. E il libro contribuirà.

grazie
nina libretta

Carla ha detto...

Mi piacciono i blog caffè letterari ;-)posso entrare?

Katherine Mansfield è una tra le scrittrite che preferisco {oltre a Jane Hausten :)}

e la sua massima

« Il piacere di leggere è doppio quando si vive con qualcuno che divide con te gli stessi libri »

mi piace molto!

Allora vado a prendere il libro sul tavolino...di corsa, eccomi...apro a pagina 161 - quinta riga - scrivo quello che leggo:

...nella Mini parcheggiata sul passo carraio, mentre i traffic...

dal romanzo Mangiamore" di Renata Beltrami - Silvia Mazzola.

Ma lo sai che la Mini è la mia "love car"? ma guarda te ; sarà un caso?

Il giochino dell'estate è molto divertente, nè ho letti alcuni carinissimi...il tuo è molto poetico beh da'altronde non poteva essere altrimenti!

A proposito dell'Eleganza del riccio di Muriel Barbery domani la incontrerò al Palazzo Ducale di Mantova... poi vi racconterò :-) sono in partenza per il Festival della letteratura :) e L'estasi culinaria l'hai letta nina?

@ a.o. la Byatt quella del libro "Possession" da cui hanno tratto il film con Gwyneth Paltrow...l'ho letto e visto il film...invece questo della "Natura morta" no...ma è uscito ora?

Notte a tutti i letterati :)

Fastidiosa ha detto...

Questo si che è un bel giochino... lo farò quanto prima cara nina.
grazie del pensiero!

Ps ma nella mia ignoranza informatica io non sò dove andare per trovare le "fastidiose" parole chiave...

nina ha detto...

carla, buon viaggio in tutti i sensi allora! poi ci racconterai magnifacmente, già lo so...
un abbraccio

fasty, ti copio di seguito come avevo risposto a papavero che mi chiedeva la stessa cosa:
per vedere le parole chiave io mi son iscritta su google analytics che ti fa monitorare il tuo sito; tra le tante cose ti mostra le parole chiave con cui le persone giungono, per errore o per volontà, fin da te! cerca google analytics, iscriviti e inserisci il linguaggio html nel layout d'impostazione del tuo blog!
chiaro? se hai bisogno chiedi!
baci
nin

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Cara Ninetta, arrivo in ritardissimo per giocare.
Il mio quinto rigo a pagina 161 è:

"... un pinsero che gli era vinuto a tradimento: ma tu ..."

Sto leggendo "L'età del dubbio" di Camilleri e sia titolo del libro che i pensieri del rigo calzano. La mia situazione attuale è tutta un dubbio, tutta un pensiero.
Ti abbraccio cara
A.

sara ha detto...

...il mio libro sul comodino alla pagina 161 nel suo 5° rigo recita così: "ufficialmente nemici della chiesa, e custodire l'ostaggio senza"...La Camera di Baltus della Melania G. Mazzucco...

...un po' bolg letterario ti sta benissimo addosso Nina...

...per Instambul è stato un appuntamento al buio non riuscito purtroppo...l'ho bramato, assaporato recensioni, interviste e tutto quello che si diceva di questa opera nel web...e poi ho atteso in biblioteca che rientrasse...ma non ci siamo piaciuti...non mi è passato tra le mani agli occhi con la passione che volevo...e mi è proprio dispiaciuto come quando trovi una persona, la idealizzi e poi rimani così...

...forse sarà stato anche un momento un pò così...ma non so perchè non è scattato il colpo di fulmine...

...attendo un autrice televisiva fantasatica...la leggo da sempre...anche quando dirigeva una rivista...non ho buttato via nemmeno una copia...la Signora Daria Bignardi...

...un forte abbraccio di luce di carta...

nina ha detto...

Alex mia,
il rigo 161 diventerà il nuovo oracolo mi sa...quasi tutte ci sembriamo calzare..
spero che dubbi e pinseri se ne vadano presto o che si trasformino in qualcosa di chiaro lucido, e come desideri.

sara,
cara.
spesso è una questione di tempismo, per i libri. per lo meno così è per me. magari tra un po lo riprenderai e si aprirà davvero quel mondo che speravi.
rispondo all'abbraccio di luce di carta, a te e al tuo principino.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...