10.3.10

99 colombe per le Sorelle Nurzia




come fontane
gorgogliano tenaci
colombe al nido


E' nato un progetto in questi ultimi giorni, come un'alba più lunga nelle ore.

Lieve ogni raggio ha toccato un po' ovunque gli angoletti dei nostri nidi virtuali, in attesa di svegliarci nei lettini teporosi, e ci ha raccolto assieme. Ognuno ha messo una sua parola, segno, ricordo, tutti riuniti con lo stesso scopo, lo stesso riverbero.

Di cosa sto parlando - e le lettere, le divagazioni, i voli (non solo pindarici) - è scritto qui:


Per le Sorelle Nurzia e i loro dolci abruzzesi, 99 colombe che siamo noi: "99 colombe per 99 cannelle. Un blog per amare i dolci abruzzesi e farli volare per il mondo".


Numero simbolico, ma che diventi decuplicato magari!

Ogni nuova colomba che si vuol affacciare sarà benvenuta, perché poi si è più forti. E ne porti altre, che ne portino altre, che ne portino altrettante.


Grazie alle creatrici, Artemisia e Lydia.
Questo, dico io, è davvero "internet for peace".


Fiera io che esista tutto ciò,
una colomba tra le tante
(cioè Nina Colombina, quella birba lassù).


45 commenti:

papavero di campo ha detto...

spicca l'evento
l'eco di suono d'acqua
battito d'ali


tra quelle ali pure ninacolombina

Lydia ha detto...

Ancora non ti ho fatto i complimenti per la colomba.
Bellissima!!!

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Il battito di queste ali si sente fino a qui. Ne sono davvero felice.
Un abbraccio
A.

Francesca ha detto...

papavero, evviva!

Lydia, una colombina birba, piccolina , ma che sta diventando davvero grande.. Grazie a voi!

Alex, fa del bene vero questa sensazione?

baci a tutte
nina

lacquadorosa ha detto...

Nina come al solito il tuo segno tocca il cuore... Grazie

Francesca ha detto...

Carla, grazie a te

a.o. ha detto...

Nella tua colomba il nostro battere d'ali.
a.o.

dada ha detto...

Anch'io sento la musica delle ali ;-) Naturalmente ci sono anch'io!
Volevo anche dirti che questa colomba delicatissima mi ha emozionata
Baci volanti

papavero di campo ha detto...

pensavo ad achille se farà il cascamorto con lei che non lo degnerà presa dal volo di qua e di là :-)

Artemisia Comina ha detto...

la colomba me la covo
come un uovo
e saranno colombini
vispamente chiacchierini

carola ha detto...

un semplice segno grande come l'iniziativa !
bellissimo

simonapinto ha detto...

un frullo d'ali come ritmo di pioggia argentina ... ti abbraccio

papavero di campo ha detto...

un volo più ampio
sa di fresco e vitale
a pelo d'aria


haiku del secondo giorno di volo
12 marzo h. 13,13

papavero di campo ha detto...

dalle mani di Nina si libra la colomba che ammicca!

eccole le due complici: Nina-Colombina e Colomba se la ridono, sanno loro! che cosa sanno? ma il segreto del volo è chiaro!
chiaro e limpido
come un volo chiaro e limpido!

Francesca ha detto...

Dolci voi tutte che passate di qui, posate sulle ali di Colombina! grazie, viva noi!

papaverocaro,
quindi ci assomigliamo? birbe e chiare? ne sono felice.
domani ri-espongo sai la mini mostra fotografica? all'interno di una fiera a Fermo. Ninetta come sempre un pesciolino-ora colombina - fuor d'acqua, ma achille, compagno scaltro mi accompagnerà! baci a te

vi abbraccio , e leggero pat pat sulla testolina!

cobrizo ha detto...

ciao colombina.
in bocca al lupo per domani e vola in alto! ;-)

a.o. ha detto...

aihiahiahiahiiii volavaaaaaa...

papavero di campo ha detto...

minima sosta
il riposo ritempra
forze del volo


quattordici marzo duemiladieci, quarto giorno del volo

papavero di campo ha detto...

colomba ride
è cordata del cuore
verso l'Abruzzo!


quindici marzo duemiladieci, quinto giorno di volo

Carla ha detto...

Ali leggiadre e di pace volano!

Complimenti per il disegno!

Buon lunedì!

Francesca ha detto...

papaveromio, grazie sempre per te, che respiro ogni volta un haiku di volo!
a prestissimo, risorgo presto come una colomba eh non come una fenice :))

papavero di campo ha detto...

ninetta ti pensavo

Marilì di GustoShop ha detto...

Ma che bello volare insieme, come le oche facciabianca del popolo migratore, in formazione, in sintonia piena, in mezzo al cielo, sopra alle linee dolci dei campi, al mare, alle città...e io sento il tuo battito d'ali accanto a me, COLOMBina, birbetta, che fortuna, la mia...

papavero di campo ha detto...

-XVII-


colombe in viaggio
il volo il simbolo
doppio fardello


-XVIII-


esitazione
a volte la stanchezza
rallenta il viaggio


-XIX-


ebbrezza in volo
ma pure una condanna
eterno giogo


-XX-


ogni colomba
a dimestichezza usa
imbocca il volo


sedici marzo duemiladieci, sesto giorno di volo

papavero di campo ha detto...

colloquiando con un faro:

pensieri freschi
come brezze marine
cambiare pelle!

16 marzo 2010 10.45

papavero di campo ha detto...

nina è cambiato nuovamente l'header! stamani c'era la prima colomba e la scritta nuova, adesso una seconda colomba, bella anch'essa! con un tocco di giapponeseria!
la didascalia però è più bella se scritta a mano,

fermento fermentoso:-))

Francesca ha detto...

cara!! sì occhio lungo e rapido piu che altro:)) si è optato tra le curatrici una veste speciale, composta per il concorso Squisito2010.. anche se io son affezionata alla birba! questa era una di quelle che avevo fatto agli inizi!

che intendi per scritta a mano? quale didascalia? spiega spiega, voglio numi e lumi di papavero!
baci
ninetta al faro

papavero di campo ha detto...

la scritta 99 colombe prima era a mano ora ha lettere tutte squadrate, penso invece che quell'inchiostro che incide il disegno quella superba pennellata stile Japan -come nella loro meravigliosa ineffabile energetica tecnica di Shodo, la calligrafia dove il segno è tutto essendo giocato con il rapimento di energia del momento e se sbagli sono cavoli, va rifatto e la carta è assai pregiata perciò sono cavoli! a proposito guarda qua:

http://www.shodo.it/

dicevo, ho perso il filo, che la scritta in virtù di questa sottile imperiosa coerenza potrebbe avere più fascino se fatta a mano, con l'incertezza che la mano comporta o cmq caso mai con uno di quei font che imitano l'hand made, ecco questo pensavo, cmq ho visto che è rimasta nel logoblog,
ah mi faceva ridere il titolo "il colombologo" ci vuole l'accento! quello che parla sul colombo o quello che stigmatizza il blog?..lo so so la-seconda-che-hai-detto :-))

ps: buonanotte, io sono a pezzi, oggi sono stata tanto male per l'allergia della serie "maledetta primavera"

Francesca ha detto...

papa(prima)vera,
sì la scritta non è a mano, è una font che la simila, quella sulla birba dico....così è piu composta amavano quella semplicità. ora provo a mettere la scritta-pennellata anche su di lei che è tortoresca, e ne vedo l'effetto..poi te lo mando via mail! e metto l'accento, giusto!

io ho un pennello da ideogrammi sai? devo riprenderlo, da tempo non scriviamdisegnamo.

un bacio primaverina

papavero di campo ha detto...

la birba alata
è apripista di giri
e ghirigori


pour toi pour nous!

papavero di campo ha detto...

ninetta ho visto! o.k.!

Caoticadentro ha detto...

...non mi dire che la COLOMBA che sono rimasta a guardare per un pò, che ho fatto girare, taggare, inoltrare, spedire al cuore di ogni persona/istituzione che conosco....

...è la Tua???

Francesca ha detto...

bene papaverina!

sara cara...sì è la mia :))

papavero di campo ha detto...

XXV

schegge di vento
che non toccano terra
solchi nel cielo




XXVI


strisce di luce
che sembrano miraggi
imposte aperte!




XXVII


Mondo dall’alto
Fazzoletto dipinto
Tangram d’incastri




XXVIII


Le brezze d’aria
Un morbido cuscino
Ovatta molle




XXIX


Un’aria fine
Fisicità del cielo
fili di terra



diciotto marzo duemiladieci, ottavo giorno di volo

Kja ha detto...

Nina abita in vari luoghi del mondo. A Parigi e` riuscita a farsi regalare dal comune l'intero sotto tetto a cupola in un palazzo che si affaccia sulla promenade plantee come riconoscimento del suo lavoro di disegnatrice di sogni.
Nina vi si reca per leggere libri di arte, guardare vecchie fotografie e mangiare meringhe alla violetta. La casa, stipatissima di libri, non e` mai disabitata, una colomba vi abita indisturbata, complice anche la vicinanza con le piante e gli alberi della bella passeggiata vicina. Io ho avuto la fortuna di vederla qualche volta. Ora Nina ha chiesto alla colomba di partire per portare un messaggio di speranza. Ed ecco che la colomba ha preso la strada dei blog e vi occhieggia un po' ovunque facendo visite garbate ma colme di significato. Solo quando il suo compito sara` terminato tornera` a Parigi. Potrebbe volerci molto tempo. Sento gia la sua mancanza.

C.

Francesca ha detto...

Papavero, sei una colomba forza di natura, sei l'immagine emblematica del lavorìo creativo verso tanti, tanti orizzonti..
(p.s. visto il magico link dei 99 haiku in attesa, ma che arriveranno presto presto eheh)

Francesca ha detto...

Kja cara,
ho letto e riletto e mi son sentita lì e ho immaginato te che scrivevi, e più proseguivo più ogni parola aveva un peso enorme, ne sentivo tutto il tuo pensiero e la ricerca e il lavorìo e il sogno che vagava, tra i meandri di Parigi e poi in volo, davvero.
Grazie.
La ritengo una dedica per me, e al sogno che abbiamo un po' tutti.

un abbraccio
nina, e la sua casa e la sua colomba e le tue meringhe alla violetta.

Caoticadentro ha detto...

...gioia...perchè la guardavo e la riguardavo e mi sembrava di conoscerla...il tuo tratto...sei tu...

...ed è proprio vero che Nina è quella descritta da Kja...io ti vedo anche così...

papavero di campo ha detto...

Lunga distanza
Accordo stretto affianco
Schiera compatta



XXXVII


Volo di gruppo
Svela la facilità
Del nostro fine



XXXVII


Non è posto tuo!
Nessuno può gridarlo
Alle colombe



XXXVIII


A stormi e schiere
Nessuna tiritera
Virtù appresa



XXXIX


A pelo d’aria
talvolta a pelo d’acqua
urge volare!



XL


Lievi colombe
Minimità nel tutto
bianchi granelli



XL


Un mutuo intreccio
Colombe con gli umani
Terra con cielo



venti di marzo duemiladieci, decimo giorno di volo

(ps: bello il link! (va tolta la u di troppo nel titolo) appena visto una botta d'emozione!)
(baci)

papavero di campo ha detto...

pardon! la u è volata via, aggrappata ad una penna di coda di colomba!

papavero di campo ha detto...

con un po' di ritardo eccoli:
XLI


Dai guarda meglio
Ti pare un’astrazione?
Cielo d’Abruzzo!



XLII


A tinte tenui
Come carta velina
Lo sfondo d’aria



XLIII


Forme sinuose
Monti declivi piani
Fluida visione



XLIV


I tanti mondi
Giostra ricca di cose
Che mulinelli!


XLV


Cielo d’Abruzzo
Di montagna e mare
Il nutrimento



XLVI


Flusso c’inghiotte
Come mare imponente
Oceano d’aria



ventuno di marzo duemiladieci, undicesimo giorno di volo

papavero di campo ha detto...

XLVII


Quassù dall’alto
Le montagne accennate
Linee sicure



XLVIII


Intravedere
Righe di campi e d’acque
Odore d’aria



XLIX


Venti propizi
Migrano onde di suono
Cristallo e luce



L


un turbamento
un tempo incerto linea
di vaghezza



LI


di quante spanne
e leghe e miglia è fatta
la lontananza?



LII


Una lanterna
O tante luminarie
Per fare luce



LIII


A sorvolare
L’euforia sottopelle
Il rapimento



ventitre di marzo duemiladieci, tredicesimo giorno di volo




LIV


La primavera
Nostra cornice d’agio
Velluto d’aria



LV


A primavera
Coi guizzi del risveglio
Voli più audaci



LVI


Nostri timori
Incontro di sparvieri
Attriti in volo



LVII


La rotta storta
Accade raramente
Disorientate



LVIII


È spaesamento
Incerto vorticare
Planando piano



LIX


La rotta giusta
Un profumo ed un fiuto
Un sentimento



LX


Il nostro nido
Tappa d’arrivo e gioia
Se siamo esauste



ventiquattro di marzo duemiladieci, quattordicesimo giorno di volo

papavero di campo ha detto...

ninetta continuo ad infilare i grani della collana di haiku:

LXI

Danze nel cielo
A rincorrere nubi
Siamo perdenti


LXII

Le nubi bianche
Come soffice spuma
Di panna dolce


LXIII

Nuvole grigie
Il cielo corrucciato
Prepara l’ira


LXIV

Nuvole nere
Il tempo che passi il broncio
Al tempo nero


LXV

Il temporale
Taglia e sferza.. un riparo
Leste cerchiamo


LXVI

Il temporale
Saette tuoni vortici
Destino in corso


LXVII

Elettricità
un sapore nell’aria
impresso dentro


LXVIII

Il volo astratto
un obbedire assorto
tutto s'intreccia


venticinque di marzo duemiladieci, quindicesimo giorno di volo


LXIX

Cime d’alberi
Ramificate case
Lesto rifugio!


LXX

L’attesa in dote
Colombe al femminile
trama di volo


LXXI

Stesso destino
A cure provvedere
Senza mai sosta


LXXII

Pesano i voli
Ma pensiamo al volo
Volo anche fuga


LXXIII

Poi la schiarita
Arruffiamo le penne
Di nuovo in volo


ventisei di marzo duemiladieci, sedicesimo giorno di volo


LXXIV

Biblica scena
In avanti volare
Destino dato


LXXV

Veloci fughe
O minuetti o gavotte
con brio volare


LXXVI

Tutte le fughe
Son malinconia e gioia
Bach lo sapeva


LXXVII

I contrappunti
Polifonia dei voli
Musica viva!


ventotto di marzo duemiladieci, diciottesimo giorno di volo


LXXVIII

I Vuoti d'aria
I troppo pieni un'onda
Un oscillare


LXXIX

Aria di notte
Non più luce e calore
Il volo tace


LXXX

Brezze notturne
Sibilano litanie
Versi e versetti


LXXXI

Notte avviluppa
Intenzioni e palpiti
Restano a galla


LXXXII

Suoni silenti
E musica a grancassa
La notte accoglie


LXXXIII

Notti profonde
Acconsentiamo al buio
Cuscini e sonni


LXXXIV

Ritmata notte
Di sosta e lenimento
Di buio calmo


trentuno di marzo, ventunesimo giorno di volo

ps: proseguo l'aggiornamento perché vi trovo un senso:-)

papavero di campo ha detto...

lascio gli haiku di oggi (ultime battute quasi)

LXXXV


Colomba sogna
Agilità e tenacia
D’esser se stessa



LXXXVI


Colomba spera
Ebbrezza e competenza
Raggiunger meta!



LXXXVII


Colomba aspetta
L’incastro del tempo
Il suo dettato



LXXXVIII


Colomba sente
Tic del giro armonico
Continuo assiduo



LXXXIX


Colomba vuole
fuggire l’amarezza
un segno dolce!



XC


Il volo avanza
Giulivo corteo in cielo
Colombe in action!




Primo di aprile duemiladieci, ventiduesimo giorno di volo

papavero di campo ha detto...

XCVII


Radici salde
Come colombe sono
Fedeli al volo



XCVIII


Vivere i voli
Fidandosi affidando
Vita alla Vita


XCIX


Volo un respiro
Un flusso un abbandono
Docile resa




Pasqua, quattro di aprile duemiladieci, venticinquesimo giorno di volo



The End : la collana di haiku dedicata a "99 Colombe" ha infilato tutti i 99 grani-haiku

ho monitorato il voloviaggio per venticinque giorni, son coccia tosta -

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...