4.3.10

Meteoropatia


"La nebbia è il fenomeno meteorologico per il quale una nube si forma a contatto con il suolo. È costituita da goccioline di acqua liquida o cristalli di ghiaccio sospesi in aria. A causa della diffusione della luce solare da parte dell'acqua in sospensione la nebbia si manifesta come un alone biancastro che limita la visibilità degli oggetti." (Wikipedia)



C'era la nebbia tutt'in alto oggi, e cancellava le colline, piano piano, scendendo come una pennellessa.

Ti giravi un istante, apparecchiavi la tavola, spostavi un bicchiere e puff! mancava il campanile, il gatto reclamava cibo, lo guardavi giù intenerita, una carezza, e puff! via il vigneto, attraversavi il corridoio, ti affacciavi dalla camera, ormai rassegnata a giocare a cache-cache col vapore acqueo, e puff! puff! puff! via Castelbellino, l'agriturismo di turno e un bel po' di tornanti con le relative non-auto.


Sembra di stare dentro la storiainfinita col Nulla che si mangia la terra, pensava Nina.


E' che quando non ci sei, manca la Fantasia.
Si assopisce, pensa ma non crea, ricorda ma non scrive, segna nei pensieri, ma lascia sul tavolo la penna.
Allora guardo nella valigia e invento nuovi nomi.



Alla lista di Wikipedia, dopo

Nebbia da irraggiamento
Nebbia da avvezione
Nebbia da evaporazione
Nebbia frontale
Nebbia congelantesi
Nebbia ghiacciata

io aggiungerei:

Nebbia da assenza, detta anche Ninebbia.


19 commenti:

Federica ha detto...

Bellissima!

Caty ha detto...

assenza , assenza che annebbia i pensieri, assenza che tutto parimenti ricopre ed è perfettamente inutile cercare che non sia così..:-) presto il ritorno colmerà questo cuore in attesa....

Artemisia Comina ha detto...

tanto per cambiare, amo la nebbia. mi piace a venezia quando anima, rende fluttuante, mobile, ciò che emerge. la amo nella valle, quando si gonfia sotto di me come un bianco mare in cui immagino enormi balene bianche.

PS: chi è quel signor-tempesta a cui hai dato una scatola di dolci che somigliano terribilmente alle mie foglie farcite di marzapane?

cobrizo ha detto...

...e per allacciarsi al post precedente, ti ci vuole un nebbiolo, da stappare in nitida compagnia...

Francesca ha detto...

Federica, grazie! bentrovata!

Caty, :) attesa di primavera lucida..

Artemisia,
oh sì che la nebbia è bella, soprattutto quella frontale che viene dalla pioggia (grazie wikipedia).. Le balene bianche ora mi pare di vederle a me.
p.s.il tal signor potrei essere io come non, e la valigia è di ricordi e pensieri, ognuno a forma di chicco o, per l'appunto, goloso biscottino di marzapane artemisideo..

Francesca ha detto...

robertacara,
ahahahahahl nebbiolo ci sta alla grande, non lucidità per non lucidità...:D
un bacio buona giornata a voi!

Artemisia Comina ha detto...

il signor tempesta è indotto dai biscottini a una irrefrenabile resurrezione.

Francesca ha detto...

ok, vado ad infornare allora.

Fastidiosa ha detto...

ninebbiolina cara... io non amo la nebbia, mi da claustrofobia, mi fa sentire in gabbia. Però la nebbia è il dopo pioggia, è il suo ritorno al cielo...
E' tutto un ciclo, e io aspetto.
L.

papavero di campo ha detto...

Nina e Francesca
quando c'è il vostro nuovo post accorro con piacere
e un po' fremo nel leggervi, come quando si scarta la busta d'una lettera che ti è cara e ci sono istanti lunghi in cui pregustare quello che sarà,

la nebbia, lo sapete quanto mi piaccia,
e non so collegarmi a voi se non coi miei pensieri in haiku, forse qualcuno già ve lo destinai, non lo ricordo, ma questi che ora seguono forse no non ve li ho ancora detto:

la nebbia è un velo
accolgo la latenza
-stato di calma-

(del 4 febbraio 2002)


la nebbia fuori
in me lo stesso eppure
l'esserci è chiaro

(del 1 febbraio 2002)


La nebbia copre
ma tutto quel che è sotto
intatto resta

(del 10 dicembre 2004)

e quest'ultimo che tanto sento:

La nebbia addosso
per dare confidenza
all’incertezza

(del 26 gennaio 2005)

non importa delle date così lontane perché gli haiku sono per me stati d'animo, atomistici e dilatati, come un'essenza di un sentire, come polaroid, come flash di attenzione

e vorrei proprio ora in questo preciso istante riuscire a dire che:

mare di nebbia
temibile naufragio
arranco e spero


ecco l'ho detto! haiku delle 12,53 del cinque di marzo


nina e francesca vi abbraccio!

papavero di campo ha detto...

pelle di nebbia
di liquida sembianza
abito d'acqua



(haiku delle 21,16)

nina ha detto...

fastidiosa,
sì sai sai che passerà, rimetterà il colore al suo posto. un bacio dolce Lidia


papaveromio,
ogni haiku va piu vicino, piu dentro a quello che intendo.
e forse quello dell'istante di ora , piu di tutti.
mare di nebbia, arranco e spero.
mi fa pensare alla dedica che scrissi nella seconda pagina della mia tesi (di cui quel signore del disegno fa parte).
"Al nostro eterno incespicare".

ti abbraccio forte,

nina, e oggi c'è il sole.

a.o. ha detto...

Voglio sapere se al diradarsi della nebbia tutto è tornato tal quale a prima, magari il campanile era più alto, il vigneto con foglie, Castelbellino un po' più a destra e i tornanti in rettilineo...

Ah! Anche solo per un attimo la magia della nebbia può!

Caty ha detto...

p.s. ti ho lasciato un fiore da me ;-)

nina ha detto...

a.o. macché!niente uguale a prima! :) baci..

caty dolce, grazie! che meravigliosa mimosa! un abbraccio a te dolce acuta donna

evelyne ha detto...

se tu andassi in emilia scopriresti che la nebbia ha mille nomi... io mi ci perdevo (e come non perdersi in mille nebbie? :-))... ma la NINEBBIA le batte tutte!!! :-D

Francesca ha detto...

eve! quanto mi manchi :) ma come va? cosa fai gorgonzolella?

Caoticadentro ha detto...

...come sempre io...Metereopatica all'ennesima potenza...

...una vecchia valigia...ricordi e dolcetti infantili...

evelyne ha detto...

@ Francesca: anche tu mi manchi un po', ogni tanto come vedi vengo a sbirciare.... qui va tutto bene ma i progetti sono grossi e vanno seguiti! conto però di tornare presto, ho mille cose da raccontare che se non lo faccio me le scordo tutte! un abbraccio, gorgonzolina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...