18.4.10

Davanti a questa giuria, solennemente prometto.


(Sembra che io stia ancora seduta a quella sedia a raccontare, o ai suoi piedi ad ascoltare, o piccolina nascosta sotto la corona abbandonata, tanto è il tempo passato dall'ultimo post).


Ho i pensieri che frullano in testa e scalpitano per uscire, sono idee effettive che vogliono prendere forma, e ho promesso a me stessa che lo faranno, perché, come cita qualcunO,
"Qualunque cosa tu voglia fare, o sognare di fare, incominciala, incominciala adesso. L'audacia ha in sé genio, potere e magia."

E quell'adesso deve fare presto.

Insomma dopo un momento di eureka! di due sere fa, sbrilla e giravolta, sto arrivando a qualcosa, che sia segno permanente, che mi faccia uscire dal guscio trasparente e mi faccia fare, e far uscire dalle mani.

Perché le conchiglie vanno trovate, poi vanno raccolte, e poi vanno pure indossate, sulle labbra - se possibile - ché magari parlano per te, o ad un orecchio così ti raccontano il mare per tutto il tempo che vuoi.

Sennò sono arrivate a riva invano, e se passa troppo tempo, se quell'adesso non è subito, magari il mare poi se le riporta via, e questo giuria mia, non è ammissibile.


(Buona settimana a voi)

Nina Sottocoperta



p.s. le macchie gialle sul disegno lassù, sono di un girasole secco che per un po' abitò nel mio taccuino.


11 commenti:

Roberta Cobrizo ha detto...

ho quella frase di Goethe, appuntata da tempo tra i miei pensieri, su un post immaginario ;-)
ha fatto bene, quel girasole, a sgusciare intanto dalle pagine del tuo taccuino, per tornare ad inseguire (e ad indicarti) il sole
su, su.

Alex ha detto...

Ricordo benissmo quel girasole - ci accomunò.
Devo scrivermi a caratteri cubitali "incominciala, incominciala adesso". Mi sono stufata di attendere.

Ninetta, sono certa che dalle tue conchiglie usciranno meraviglie (fa pure rima!)
Un bacio
tua A.

Francesca ha detto...

Già, i girasoli vivono sempre.
Grazie Roberta, su su sempre a noi!

Alex, è quello, che l'attesa non sempre risponde, diciamo pure mai, se lo fa è per traslitterazione da noi... Incominciala fioraiamia!
Grazie per la fiducia-carezza,conchiglie meraviglie mi piace assai..

buona giornata care
nina

Genny G. ha detto...

è così difficile uscire da quel guscio..ma a volte inseguendo un sogno lo si rompe e si esce e si va, senza nemmeno rendersene conto!

Caty ha detto...

buona settimana a te .Forse è il tempo o la stagioni o i cicli lunari che ci ridestano ...l'eleganza è un dono innato e cosa c'entri con l'amore solo una conciglia lo sà...

SiLviA ha detto...

Nell'attesa che i tuoi pensieri scalpitanti prendano forma, auguro anche a te una buona settimana!

Silvia

PS: Le macchie di girasole rendono il disegno ancora più speciale!

papavero di campo ha detto...

non sono capace ora di dare contorni al sogno o al desiderio d'un sogno o al sogno d'un desiderio, in momenti come questi che dici? mi fa bene una conchiglia?(*) metterla contro l'orecchio a captare eco di parola? succede anche a te la stanchezza che non vuole ghirigori né volute né spirali ed è solo una muta sintonia col tempo che scorre?

(*)ne ho tante di conchiglie, piccole adriatiche, d'un mare semplice e ordinario ma non meno potente dei mari del sud

Francesca ha detto...

Genny G.,
bentrovata qui. Quel momento che dici io vorrei, senza accorgermi averlo tra le fibre di mani e corpo.

Caty, ma se l'avvicini all'orecchio magari te lo dice..un bacio a te

Silvia, grazie cara, a te! e un sogno di girasole! :))

papaveromio, certo che mi capita, più del resto. per cui ti capisco. ma poi passa, solo che il treno poi bisogna prenderlo al volo quando quel languore se n 'è andato e hai ritrovato le forze.
insomma inseguire sogni ma non solo, diciamo le aquile, poco da far, è difficile, vanno veloci loro. ma noi li raggiungiamo con un po di pause di mezzo...

un abbraccio,
nina

Caoticadentro ha detto...

...mi succede sempre così...

...penso, non trovo una penna, un foglio, una foglia, un sassolino...

...sembra sempre che io scriva sulla sabbia in riva al mare...

...e che poi quella ondina scancelli tutto...

...e non mi ricordo più cos'era...

a.o. ha detto...

Le mie conchiglie si son messe a parlare tutte insieme, un cicaleccio non d'aria ma di mare a dirmi questo e quello, di tutto e di più.
Fermale, Nina, le indisciplinate!
:D

nina ha detto...

sara,
fermalo adesso subito prima che fugga.


a.o. cra cra (le rano) e bla bla cha cha (le conchiglie)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...