19.8.08

(Non so)


Ci sto riflettendo su.

Su Io & Nina. Se continuare a scrivere oppure no.

Adoro farlo e mi manca. 

Ma mi chiedo quanto sia utile a chi lo guarda - se c'è qualcuno che passa - quanto sia utile a me che lo tengo nascosto e quanto sia dannoso per gli stessi motivi di cui sopra, per cose lette male o scritte male.
Secondo alcuni, un blog può servire a se stessi e basta, secondo altri serve al "network" che crei, all'argomento principe che tratti, alle conoscenze che s'instaurano, etc etc.

Ma il mio argomento principe è tutto è niente. Cioè, è mio, sono io. E allora cosa può essere per gli altri? E come mai ho così bisogno di leggere chi è passato di qui, altrimenti ho come il retrogusto di qualcosa di non completo? 

Sono pensieri che c'erano già da un po' di giorni, e rafforzati da questo che ho letto, capitatomi sotto gli occhi, come sempre sfogliando un mio vecchio taccuino:

"Uno scrittore potrà mai dire 'Scrivo solo per me stesso'?
No, è ovvio che si scrive sempre per gli altri.
Ma questi altri non sono i lettori reali che per lo più ti ammirano perché ti fraintendono.
Si scrive per l'altro che sta sempre oltre la linea del proprio orizzonte".

Francesca forse sta prendendo spazio su Nina, e quei dubbi e timori Nina non riesce abbastanza a racchiuderli dentro, si perde invece di non badarci.

Boh, non so che fare.
Come al solito sembrerà inutileilleggibilenonsense 'sto post, ma chi passa se ha qualcosa da suggerire,  per favore, lo faccia.

Mi manca Nina, e forse so da cosa dipende.

8 commenti:

Alex e Mari ha detto...

Forse può servire sapere che io ti leggo e ti seguo sempre. A volte capisco, a volte meno, ma non importa. Ti seguo con piacere. E i tuoi disegni sono splendidi. Non mollate, né Francesca né Nina. Perchè non lasciare spazio ad entrambe?
Un abbraccio, Alex

Nina ha detto...

Mi piace trovarti qui, sento quello che mi dici.

Io lascio spazio a Nina, ma quella parte più reale, a terra, che sono io, che è Francesca beh è come se le mancasse sempre qualcosa, o se non ci sia abbastanza senso in tutto.

Che noia co'sto senso eh? :)

farò tesoro del tuo messaggio.
grazie, un abbraccio a te

F.

Anonimo ha detto...

Gli scrittori scrivono d'impulso. Gli artisti creano perchè ispirati. Che poi abbiano un pubblico di sostenitori o meno poco importa. Continueranno a fare ciò che li fa stare bene. So' di un tizio che canta: 'Sai che cosa penso, che se non ha un senso... domani arriverà lo stesso'
Fate così anche tu e Nina, continuate a creare ciò che vi piace e vi riesce meglio, ognuna secondo le proprie capacità... anche per me, che io sono proprio là, oltre la linea del vostro orizzonte, zitta e muta in vostra contemplazione e aspetto domani.
:)

Io & Gaia

Tatà ha detto...

..e intanto anche io ti scrivo, che dopo notti insonni, finalmente ho trovato per caso qualcuno che ce la sta facendo, ad acchiappare con le parole quel sentimento fra la scelta e il futuro, e fra sè e gli altri, che però non ammazza il passato. Le hai chiamate caviglie in qualche post...e Nina e Francesca..chi è è, a me stanno simpatiche tutte e due. E un blog è un bel modo per comunicarle e muovere le caviglie e quello che c'è intorno. grazie.
zucchina

Francesca ha detto...

grazie a te Tatà. Torna, torna presto.

maite_i calycanti ha detto...

Nina e Francesca, Francesca e Nina. Il bello per me sta qui, nel modo virtuso si stare insieme oppure separate, nel segno che è di-segno oppure parola, nel capire, non capire, sfiorare e magari pure fraintendere. Hai un dono speciale di usare la poesia, tutta.

Anonimo ha detto...

Auguri Nina ... È solo un anno che ti seguo ma mi hai regalato tanto. Giorno dopo giorno hai fatto venir fuori la poesia che c'era dentro di me e che per un bel pó avevo nascosto... Continua a farmi sognare. Ti aspetto sempre Valentina

Francesca ha detto...

Maite, non sai che bello leggere questo. Grazie, grazie, da tutte e due me.

Valentina, e io non mi fermerò, promesso.

Baci a voi occhi belli,

Francesca&Nina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...