6.10.08

Lose your way and I will follow

7 commenti:

a.o. ha detto...

E' sempre quell'albero lì?... quello della fiaba e della fanciulla?
a.o.

nina ha detto...

sì, è lui.
che si è incarnato nella fanciulla, e per un momento ha vissuto quella sensazione lì di innalzarsi, di diventare altra materia. mentre l'aiuola veniva scoperta, l'albero è rimasto tronco e assieme ha voluto volar via, separandosi da tutto il resto.

Due vesti in un solo momento
a quanto pare è possibile anche se destabilizzante.

a.o. ha detto...

La posa, la piega, quei rami-braccia mi riportano alla mente i grandi danzatori russi: forza e flessibilità. Il movimento del corpo che narra.
a.o.

p.s. cosa faremmo se non avessimo la capacità di separarci da tutto il resto? saremmo persi.

nina ha detto...

un'evoluzione in aria dove tira il suo vento, e si sradica dal terreno protetto degli alberi attorno, e danza la sua danza.

p.s. è vero, saremmo persi.

Ale ha detto...

grazie per avermi mostrato la via di starti un pò più vicino.

un bacio

nina ha detto...

@ale: sì, questa lo è. ti abbraccio

cobrizoperla ha detto...

È l'umiltà del ripensamento... il piegarsi ma non spezzarsi del legno ;-)

riguardati e fatti coccolare ;-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...